capture 332 23032020 120118"Non basta parlare su Facebook e Twitter". Matteo Salvini, a Non è l'Arena da Massimo Giletti, colpisce duro Giuseppe Conte e il governo per la gestione, pessima, dell'emergenza coronavirus e in particolare per l'ormai famigerato "decreto chiudi-tutto di mezzanotte", con annuncio (fumoso) dato dal premier via social sabato sera alle 23.30, quando mezza Italia dormiva. "Occorre lavorare insieme per dare certezze, non basta parlare su Facebook e su Twitter. Se si va avanti confusamente per un altro mese è la fine", ammonisce il leader della Lega. Altro che Papeete, insomma: Conte si è preso i pieni poteri, chiudendo pure il Parlamento per coronavirus, ma sembra brancolare nel buio. "Il governo discuta con noi i decreti, prima di farli".

E siccome non ascoltano, Salvini è sceso direttamente a Roma per poter incontrare il presidente della Repubblica Sergio Mattarella: "Gli diremo che le nostre idee vogliamo portarle in Parlamento, non su Facebook". 

 

 www.liberoquotidiano.it