auto rubate e bruciate al campo rom luciano sciurba Sono ormai all'ordine del giorno gli incendi al campo rom di Castel Romano, sulla via Pontina tra Pomezia e Roma. Tutti i giorni, anche per più volte al giorno, i vigili del fuoco di Pomezia, sono costretti a intervenire per spegnere le fiamme. I roghi, tutti di origine dolosa , interessano prima le sterpaglie, poi si estendono al cimitero delle auto rubate, tagliate e abbandonate nella scarpata adiacente al campo rom. Ieri mattina e la sera i pompieri che hanno lavorato per diverse ore sul posto, hanno contato circa 40 auto cannibalizzate e date alle fiamme. Si tratta di tutte auto rubate e gettate nella scarpata, in una zona boschiva e di pregio ambientale a ridosso della via Pontina.

I vigili del fuoco sono ormai costretti a impiegare gran parte dei loro turni per spegnere il fuoco che parte dai terreni del campo rom e spesso compromette anche la circolazione sulla vicina strada regionale Pontina. Nella scarpata ci sono altre decine di auto fatte a pezzi e potrebbero essere le prossime ad essere incendiate.

da ilmessaggero.it